Indirizzo: Via Dei Mille 9 - 10123 Torino Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 11.30 alle 20.00 Telefono: 011 5770511 - 011 8127821
Email: info@csehpoli.com

Specialisti

Dr.ssa Elisa Gennaro

  • Presentazione
  • Domande frequenti
Mi chiamo Elisa Gennaro, sono nata ad Asti e cresciuta a Robella d’Asti. Mi sono laureata in Dietistica a Torino e, successivamente, diplomata in Naturopatia e in Terapista in Cromopuntura secondo Peter Mandel.

Nel corso degli anni ho seguito numerosi corsi e ho acquisito un master in floriterapia (Fiori di Bach e Fiori Australiani).

Oggi esercito come Dietista presso la Clinica San Luca di Pecetto Torinese nel reparto grave obesità e in studi medici a Torino, Caselle Torinese, Chieri, Moncalvo (AT) e Crescentino (VC).

Di che cosa si occupa il dietista?

Il dietista è definito dalla legge come “l’operatore sanitario competente per tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione e della nutrizione, compresi gli aspetti educativi e di collaborazione alla attuazione delle politiche alimentari” (DM 14/09/1994).
Il dietista è un professionista specializzato che si occupa di promuovere e curare l’alimentazione e la nutrizione in situazioni fisiologiche e patologiche.

Quando è necessario seguire una corretta alimentazione?

Erroneamente si pensa che solo chi ha problemi di peso debba seguire una dieta.
In realtà una corretta alimentazione dovrebbe essere seguita da tutti: in chi ha problemi legati al peso (sottopeso, sovrappeso o obesità), in situazioni fisiologiche come può essere la gravidanza o l’allattamento o la menopausa, dai bambini e dagli adolescenti e dagli anziani e in chi ha patologie dove l’alimentazione può dare un grande aiuto (problemi legati all’apparato digerente, diabete, ipoglicemie, problemi ginecologici ad esempio).

E’ necessario seguire delle diete molto restrittive per perdere peso?

Seguire delle diete molto restrittive spesso è controproducente in quanto se mangio troppe poche calorie il mio organismo tende alla “carestia” riducendo il nostro metabolismo basale. La dieta deve quindi essere lievemente ipocalorica e con una corretta distribuzione dei nutrienti (proteine/lipidi/carboidrati).